venerdì 10 marzo 2017

"Onde di Velluto" di Chiara Venturelli [Recensione]

Amici Lettori,
un mese fa - il 9 febbraio 2017 - usciva Onde di Velluto, il nuovo romanzo di Chiara Venturelli per Centauria Libri. L'autrice, nota per essere riuscita a portare fuori dal web e a pubblicare il suo Lezioni di Seduzione, è riuscita a proporre al suo pubblico una nuova e coinvolgente storia.


ONDE DI VELLUTO
Chiara Venturelli
€ 9,90

La voce di Alex, morbida come il velluto, culla migliaia di persone ogni venerdì a mezzanotte, con il suo podcast in cui legge brevi racconti inviati dagli ascoltatori. Tra questi c’è Bianca, ventidue anni, una vita affollata e la passione per le parole. I loro due mondi, tra cui corre una distanza fatta di chilometri, di situazioni, di caratteri, si incontrano nello spazio di Binario 7, una storia inventata… Che non finisce lì. Perché in molti, sul sito di Alex, ne chiedono il seguito e lui stesso si accorge di essere rimasto avvinto: dal racconto e, più ancora, dalla sua misteriosa autrice, con cui comincia un fitto scambio di messaggi. Da qui a conoscersi e frequentarsi davvero, però, ci sono di mezzo non solo un viaggio in treno ma una famiglia di ristoratori, un ex in vena di intrighi, una vicina sexy, un lavoro notturno, svariate sessioni di esami universitari e le mille incomprensioni che la vita può seminare sulla strada di un amore a distanza, compresa una cerimonia in cui si sfiora la catastrofe…


LA MIA OPINIONE

Ieri sera ero molto arrabbiata.
Ho letto sul web delle cose, non propriamente riferite a me, che però mi hanno dato fastidio e mi hanno spinta a spegnere il pc e mandare a monte tutto, nonostante avessi inizialmente impegni da sbrigare al computer e online. Amen.
Ho quindi messo via tutto, in televisione non c'era niente da vedere e ho pensato di leggere qualcosa. Solo che.. lo ammetto, non avevo voglia di leggere niente di ciò che avevo iniziato. Volevo qualcosa di nuovo, che fosse in grado di rapirmi il giusto da non farmi pensare a quanto era successo.
Ho dato un'occhiata ai libri impilati sul mobile  - non ci stanno praticamente più ormai XD - e ho iniziato a spostarli: cercavo Onde di Velluto. Era venuto il momento di leggere la nuova storia di Chiara Venturelli.
Sono andata sul sicuro, l'altra volta non avevo sbagliato: Lezioni di Seduzione, infatti, mi aveva talmente coinvolta da venir letto in un giorno solo. Avevo voglia di ripetere l'esperienza, certa che sarei uscita vincitrice.

Ho quindi preso Onde di Velluto, mi sono messa il pigiama e via, lettone: addio mondo.. io mi fiondo tra le pagine di Chiara Venturelli, un balsamo per un animo inquieto, una risorsa per una serata iniziata male e finita splendidamente.

La storia racconta di Alex, giovane uomo di Milano, che di notte fa il turno come portiere notturno in un hotel e di giorno legge racconti, registrandoli su file audio che poi, ogni venerdì a mezzanotte, mette online sul suo podcast che si chiama Onde di Velluto. Lui è un semplice lettore. Cura il suo sito, dando spazio ad autori esordienti ed appassionati, condividendo la passione per la cultura in quel modo e offrendo lettura ad alta voce, curata e con molta attenzione, al web e a chi lo ascolta. Ha un discreto pubblico ed un certo successo.. tra questi ascoltatori c'è Bianca che, studentessa di Bologna, ha la passione per la scrittura: un giorno decide di proporre un capitolo della sua storia, Binario 7, sperando venga selezionato e letto durante una registrazione di Onde di Velluto.

La passione per la scrittura di Lei, unita alla passione per lettura di Lui.. galeotto furono Binario 7 e Onde di Velluto: tra i due nasce una necessità di comunicazione capace di rompere gli schemi della vita di entrambi. Grazie al web, all'impersonalità delle mail. al computer che sconquassa le distanze e divora i chilometri, i due ragazzi iniziano a conoscersi, a raccontarsi, ad aprirsi, trovando nell'altro/a una luce capace di tirare fuori i due dai rispettivi tunnel e dai rispettivi ambienti non totalmente appaganti.

Conosceremo Alex, un giovane ragazzo dal passato tormentato, dalla carenza di affetti, che ha toccato la sofferenza prematuramente e che ora vive solo, in quella routine che si è praticamente disegnato addosso pur di non pensare alla sua solitudine; scopriremo Bianca, figlia maggiore di tre, con un rapporto disastrato con la sorella, un fratellino che ancora non sa socializzare, una famiglia di ristoratori a cui si dedica quando non deve studiare.. una vita frenetica e troppo sociale, a discapito di chi socializza davvero poco.

Dalle mail arrivano a scambiarsi i numeri di telefono, inizieranno a messaggiare sino a chiamarsi, anche a orari insoliti. Condividono le giornate così, ogni tanto anche con qualche videochiamata potendo finalmente dare un volto alle loro voci, finché... finché decidono di incontrarsi.

Chi crede che l'amore nato sul web sia finto, che la distanza è insostenibile, che gli ostacoli sono troppi.. è perché forse non ha fiducia nel sentimento, forse non lo sente così forte, così vivo, così presente.
Questo libro vuole insegnarci ad ascoltare i nostri sentimenti, qualunque essi siano. 

Arriveranno, per Bianca ed Alex, dei momenti bellissimi, indimenticabili, nuovi, ricchi di emozione... ma ci saranno anche le difficoltà da superare, le incomprensioni, le discussioni, i litigi, le amarezze.

L'amore è come una bilancia con due piatti: da una parte le cose meravigliose, dall'altra quelle terribili; da un lato lo splendore e l'entusiasmo, dall'altro l'amarezza ed il disagio. L'amore è un vaso, uno scrigno, che custodisce una miriade di eventi, di sensazioni, di emozioni che possono accadere, intrecciarsi, mostrarsi.. se c'è l'amore, tutto il resto si supera. Se si tiene uno all'altra, tutto può aggiustarsi: bisogna avere pazienza, resistere, essere forti, difendere il proprio amore e la propria volontà di stare insieme.

Alex e Bianca supereranno le difficoltà? Chissà.. lo scoprirete leggendo Onde di Velluto.
Io so soltanto che stanotte ho fatto le 3.15 per arrivare all'ultima pagina, sorridere, dolcemente, e rendermi conto di quanto è stato bello leggere questa storia.

Ancora una volta Chiara Venturelli mi ha regalato emozioni bellissime, seppur variegate tra loro, ben descritte e ben comprensibili. Chi di noi non ha mai provato una relazione a distanza? Al di là del web dico, che magari ancora si pensa che ci siano solo pericoli dietro al pc - e garantisco che si trovano anche belle persone! - le relazioni a distanza ci sono sempre state.
Come sono andate le vostre?

L'autrice ci propone una storia piacevole, frizzante, moderna, attuale.. ci mette in mano due personaggi bellissimi, con alle spalle un bagaglio di esperienza diverso e rispettabile. Ci mette di fronte a due realtà diverse, a due stili di vita diversi. Ci apre gli occhi, perché anche se ci sono cose diverse si possono trovare punti in comune, punti di forza, leve capaci di rimpicciolire le diversità e di trasformarle in curiosità, lasciando che proprio la curiosità sia lo stimolo per approfondire la conoscenza, per lo scoprirsi, per la voglia di mettersi in gioco, provare, lasciandosi andare al cuore almeno per una volta..

Mi piacciono i protagonisti, mi piacciono i personaggi secondari, mi piace tutto ciò che Chiara Venturelli ha inserito in questa storia che, pagina dopo pagina, mi ha sollevato il morale e mi ha davvero addolcito una serata nata storta.


Perché il romanticismo c'è in ognuno di noi; perché non è melenso; perché è pieno di ingredienti veri e concreti; perché è molto simile alla mia storia; perché i passaggi inseriti sono reali e concreti; perché basta una passione sola a farne sbocciare tante altre... perché Alex e Bianca sono perfetti, e Chiara Venturelli ci ha saputo fare ancora una volta!

Grazie!


Nessun commento:

Posta un commento